Sapere quanto costa l’argento ci può essere utile per alcune attività di compra vendita di questo metallo prezioso. Gli esperti di economia, ma anche tutti coloro che lavorano nel settore della gioielleria, hanno sempre sotto controllo le quotazioni di oro e argento per valutare alcune operazioni da fare in borsa oppure cosa acquistare e in quale periodo. Ogni giorno, essendo quotato in borsa, il valore di questo metallo cambia e non si può dare un valore preciso e costante nel tempo.

ADVERTISEMENT

L’andamento del prezzo di mercato dell’argento fino (999/1000) negli ultimi anni ha avuto un’accelerazione incredibile: se consideriamo solo gli ultimi 10 anni possiamo riscontrare un raddoppio del valore da 200 a 400 euro al chilo tra il 2005 e il 2006. Ma il picco massimo è stato raggiunto nel 2011 con la quotazione record di circa 800 euro per ogni chilo di argento (Iva esclusa, mentre per l’oro invece non si paga l’Iva del 20%).

Il prezzo dell’argento oggi

Quanto costa l’argento? Il suo costo però, dal momento in cui ha toccato il picco massimo è decresciuto di nuovo e, se nel 2015 la sua quotazione oscillava intorno ai 400 euro Iva esclusa, oggi il suo valore è ancora più basso infatti, considerando i dati dell’11 aprile 2016 possiamo dire che l’argento 999 vale 31 centesimi di euro a grammo, quello 925 invece 27 centesimi e infine quello 800 a 25 centesimi al grammo. Quindi il suo costo è in costante discesa.

quanto-costa-argento

Spesso bisogna sapere anche come valutare il prezzo dell’argento antico e il suo valore varia a seconda dall’epoca (quelli più antichi ovviamente costano di più), dalla provenienza (gli argenti italiani sono più rari e difficili da reperire rispetto a quelli inglesi), dallo stato di conservazione (più integro e in buone condizioni è conservato questo oggetto d’argento, tanto più è alto il suo valore, non deve avere macchie nere e la patina da usura), inoltre dipende anche dal tipo di oggetto (ci sono infatti degli oggetti che hanno un valore di mercato molto alto come le caffettiere, le scatole per il the e i vinaigrette.

Inoltre è importantissimo considerare quanto quell’oggetto è richiesto dal mercato per stabilirne il prezzo. In generale bisogna tenere presente che il valore dell’argento usato non deve essere inferiore a quello dello stesso tipo di oggetto moderno. Di certo il valore non può essere inferiore soprattutto se si tratta di oggetti di grande valore come l’argenteria italiana degli anni Cinquanta del Novecento).

Scopri il sito in cui restare aggiornati sulle quotazioni dell’argento

Per avere sempre informazioni aggiornate sulle quotazioni dell’argento si può tranquillamente consultare il sito www.quotazioneoro.info/Quotazione_argento_800_925.asp per avere la sicurezza del suo valore giorno dopo giorno. In questo modo potrete anche decidere quando acquistare i vostri oggetti in argento preferiti oppure quando vendere i pezzi dell’argenteria ereditati dai vostri nonni e che ora non avete più spazio per conservarli.